Archivio News

Ultima news

21 aprile 2014

Il Montichiari si affida ad Ottoni per l'operazione salvezza

Claudio Ottoni, grazie anche all'importante esperienza accumulata in tutti questi anni spesi sui campi di calcio (prima da calciatore tra serie A e B in squadre come Bologna, Como e Padova e poi come tecnico in svariate categorie), ha accettato con la giusta determinazione il delicato compito che gli è stato affidato dalla dirigenza del Montichiari. Tornare al timone della navicella rossoblù e condurre alla salvezza una squadra imprigionata nelle paludi dei play out: "C'è grande voglia di fare - spiega il tecnico che era stato sollevato dall'incarico lo scorso 24 febbraio - Quando la società ha preso la sua decisione ci siamo lasciati mantenendo ottimi rapporti. Certo, personalmente non ho condiviso una simile strategia, ma queste cose fanno parte del calcio e non ci sono stati problemi di sorta. Adesso, però, è arrivato il momento di rimetterci in gioco. Ora dobbiamo rimetterci tutti in gioco e io darò il massimo per dimostrare che quella scelta è stata sbagliata". Il modo migliore per farlo sarà quello di condurre il Montichiari alla permanenza in D, un obiettivo che, a questo punto, passa obbligatoriamente attraverso i play out: "Ormai - conferma Mister Ottoni - questo è  il nostro destino. Dovremo giocarci la salvezza allo spareggio e probabilmente dovremo farlo con il Camaiore. Proprio in questo  senso, però, acquistano un significato determinante le ultime due partite. Noi dobbiamo conquistare almeno 4 punti per essere sicuri di rimanere davanti ai toscani e poterci giocare i play out in casa e con la possibilità di poter contare su due risultati su tre per salvarci. Il Camaiore, infatti, ha già i 3 punti sicuri per la gara conclusiva con il Riccione (vittoria a tavolino per l'esclusione dei romagnoli - ndr) e domenica, alla ripresa del Campionato, ospiterà il Sancolombano. Sicuramente più difficile il calendario che ci attende, visto che domenica 27 saremo ospiti di una squadra che non vuole certo concedere punti come la Fortis Juventus e chiuderemo poi in casa con il Castelfranco. Non ci sono alternative, se vogliamo mantenere il vantaggio dell'attuale posizione dobbiamo conquistare in queste due partite 4 punti. Un compito non facile, ma la squadra, comunque, è carica. Vuole riscattarsi e dimostrare il suo vero valore. E' quasi un peccato che ci sia questa sosta pasquale - termina Claudio Ottoni - ma sono sicuro che alla ripresa i ragazzi sapranno farsi trovare pronti".
(da Il Giorno)